ANDREA MANCINI – Sketching; Disegnare con freschezza

IL CORSO – Breve storia del bozzetto e i suoi grandi maestri. Gli strumenti i materiali e i supporti. Parsaggi e Prospettive intuitive. La figura umana e le proporzioni anatomiche, il volto e le espressioni, le posizioni del corpo. Il movimento e la dinamica delle masse. Ambientare figure nello spazio. Lo story-board e Il racconto per immagini.

OBIETTIVI – Alla fine del corso gli studenti dovrebbero essere in grado di: Riconoscere e disegnare con varie tecniche dal vero. Imparare a osservare e poi a trasferire queste informazioni tonali. Interpretare dei siti storici, differenziando texture, illuminazione, riflessi , con diverse tecniche di disegno in base alle loro particolarità e natura. Rendere la sensazione del reale in pochi tratti essenziali. Imparare a esprimere la propria creatività individuale attraverso una serie di tecniche e stili centrali al vocabolario del disegno contemporaneo. Organizzare un portafoglio strutturato ed efficace del loro lavoro.

MATERIALI RICHIESTI – Matite morbide 3B, 4B, 6B; gomma morbida, temperamatite o x-knife, inchiostro nero e seppia, 2 pennello sint. N. 8 e 12; 1 matita carbone nera, 1 grafite, 1 blocco disegno schizzi 30×40 cm carta ruvida e un blocchetto tipo “moleskine” da disegno, per appunti.

ISCRIZIONI – via e-mail all’indirizzo scuolaillustrazionescandicci@gmail.com

COSTI – 370 euro

DATE -‬ Dal 30 maggio al  giugno

ORARIO – 10.00/17.00

LUOGO – Casa Editrice LIBRI LIBERI – Via San Gallo 21, Firenze

L’ILLUSTRATORE – Andrea Mancini è un artista, illustratore e formatore artistico. Nato a Firenze nel 1958, frequenta giovanissimo i corsi di disegno animato di Tomislav Spikic all’Accademia Cappiello e si diploma in Fotografia e Graphic Design all’Istituto d’arte di Porta Romana nel 1978, con Leonardo Mattioli. Illustratore e fumettista prima, nel 1979 entra alla “Leader” dove inizierà una carriera da pubblicitario d’agenzia ed in seguito come creativo free-lance. Nel 1982 è a Parigi, nel 1983 a New York in viaggi di approfondimento professionale presso studi di artisti e designers come Massimo Vignelli,Lubalin e Peckolick, Seymour Chwast, ed Andy Warhol. Negli anni ‘90 espone opere in mostre collettive e personali in Italia, Giappone e Germania. Tra i primi artisti ad esprimersi nel digitale, nel 1999 partecipa alle scenografie delLohengrin di Luca Ronconi e nel 2000 consegue il Premio Fiorino per le arti visive. Nel 2002 alcune sue opere vengono acquisite dal Museo Marino Marini e dal Museo Diocesano di Firenze. Tiene corsi e workshop di illustrazione, disegno e pittura in scuole ed accademie, vive e lavora a Firenze.

Leave a Comment