Mostra “IL QUARTO STATO. Il lavoro, il ruolo, la maschera” di Mauro Castellani

Mercoledì 3 maggio, alle ore 18:00 in via San Gallo 25/R, Libri Liberi Officine SanGallery inaugura la mostra IL QUARTO STATO. Il lavoro, il ruolo, la maschera, fotografie e manifesti di Mauro Castellani.

Guardare, guardare per vedere, per vedere come spesso non guardiamo per non vedere.

La questione sociale s’impone; molti si son dedicati ad essa e studiano alacremente per risolverla. Anche l’arte non dev’essere estranea a questo movimento verso una meta che è ancora un’incognita ma che pure si intuisce dover essere migliore a petto delle condizioni presenti ”  (Giuseppe Pellizza da Volpedo, 1891)

L’agire quotidiano dell’uomo, come messa in scena di un ruolo pubblico che caratterizza e insieme toglie identità, divenendo maschera. Persone possedute da un ruolo a tal punto che non distinguono il ruolo dalla verità del ruolo stesso.

“… si arriva, si trova una vita pronta, non si fa che indossarla” (R. M. Rilke, I quaderni di Malte Lauridis Brigge, 1910)
Nel mondo trasformato in immagini, in spettacolo, anche il rapporto tra gli uomini sarà mediato da questo” (Guy Debord – La Société du Spectacle – 1967)

Il bellissimo lavoro dei primi anni del 1900 di Käthe Schmidt Kollwitz: l’uomo aratro, i bambini affamati con la ciotola vuota in mano, i prigionieri legati in gruppo, gli oppressi in una scoraggiata rivolta in “Guerra dei contadini”. Una condanna coerente la sua, che non era fine a se stessa ma che proponeva già allora di riflettere con urgenza, esortava con Goethe a “non macinare le sementi” e raccomandava di non fare “mai più la guerra”.

E allora torna l’invito a guardare per vedere.

MAURO CASTELLANI

La mostra organizzata dall’Associazione Culturale Vittorio Rossi – Libri Liberi sarà visitabile, con ingresso libero e gratuito, fino al 24 maggio 2017.

Leave a Comment