Libero Caffè Alzheimer

Aperto a tutti ma pensato specificamente per le persone malate di Alzheimer e per i loro familiari (badanti, assistenti). È sempre presente un ‘arteterapeuta e un educatore specializzato in grado di fornire informazioni, indicazioni, indirizzi. Ci incontriamo per stare insieme. Per cercare – insieme, caso per caso – la relazione adeguata, che tenga conto delle caratteristi- che della persona, delle difficoltà indotte dalla malattia, ma anche delle capacità personali e del tesoro di conoscenza e di affetto che lega la persona malata ai suoi familiari, amici e assistenti. Ci incontriamo per fare insieme una passeggiata, un dolce, per leggere, ascoltare musica: rispettando i modelli di vita, per aiutare a mantenere le abilità alla vita sociale. Perché una persona malata di Alzheimer è ancora a lungo capace di una vita emotiva e affettiva ricca e intensa. Perché la relazione con i familiari, gli amici e gli assistenti è la terapia più efficace per ridurre la sofferenza e i danni indotti dalla malattia.

Ci si incontra al Libero Caffè Alzheimer due volte al mese, il martedì, con orario 15.00-18.00. Nella Sala del camino o nel giardino della Libreria Libri Liberi, in via S. Gallo 25r a Firenze. La partecipazione è gratuita.

“Spesso, come arteterapia, si lavora con la terra. La terra si lavora a due mani, si lavora con il contatto della pelle che è legata alla prima sorgente di relazione. Il resto viene da sé. La terra quando la lavori è umida, malleabile, ti consente di modellare. Quando asciuga si fissa ed è fragilissima. Quando la cuoci diventa durissima, forte. Restituisce la forza a chi l’ha lavorata”. (Lucilla Carucci, arteterapeuta)
Un luogo di incontro
Conoscersi
Conoscere

Leave a Comment